Appunti sull'erotismo
di
Lucrezia Scarlatti

Cos’è l’erotismo? Rispondere a questa domanda è difficile quanto rispondere all’altra: cos’è l’amore. Forse più difficile ancora. Dell’amore sentiamo parlare subito. La prima dichiarazione d’amore la riceviamo di solito nell’infanzia. Poco più che neonati un sorriso e un bacio accompagnano la richiesta di amore eterno, la promessa di non lasciarti mai, di felicità imperitura legata a un rapporto d’amore, quello con la madre, il padre e via dicendo… Ma come e quando entriamo a contatto con l’erotismo? Esso ci appare misterioso e affascinante più dell’amore perché, a differenza dell’amore, non fa parte della quotidianità e quindi non ne viene banalizzato. Quando siamo piccoli nessuno ci parla dell’erotismo e nessuno ce ne parla neppure quando siamo grandi o, se ce ne parla, è in termini dottorali, o volgari, o noiosi, o pornografici e quindi errati. L’erotismo, al contrario della pornografia sinonimo di volgarità, è la punta di un iceberg che si chiama raffinatezza, segreto, gioco di specchi…L’erotismo seduce, attiene alla stessa dimensione della seduzione e ciò che seduce è il segno vuoto, insensato, assurdo, privo di referente. "Un bambino chiede alla fata di esaudire i suoi desideri. La fata accetta, ma pone una condizione: non pensare mai al colore rosso della coda della volpe. ‘Se è soltanto questo!’, risponde il bambino con disinvoltura. Ma cosa accade? Non riesce a sbarazzarsi della coda di volpe che credeva di aver già dimenticato. La vede spuntare dappertutto, nei suoi pensieri e nei suoi sogni, nonostante tutti i suoi sforzi. Eccolo ossessionato, ad ogni istante, da questa immagine assurda e insignificante, ma tenace, e rafforzata da tutto il dispetto che gli procura il fatto di non potersene sbarazzare. Non solo gli sfuggono le promesse della fata, ma perde anche la gioia di vivere. E forse è morto da qualche parte senza essersene mai potuto liberare." Il bambino è sedotto dalla coda della volpe che assume il senso accattivante, ammaliante e magico di un oggetto erotico. Storia assurda che ci viene raccontata da Jean Baudrillard nel suo libro DELLA SEDUZIONE. Storia però di una verosimiglianza assoluta e la fata era maligna, sapeva che lo spirito è attratto dal posto lasciato vuoto dal senso… Erotismo come dimensione della seduzione, del mistero, del segno vuoto che attrae perché non spiega e non giustifica… Il tradimento è, in questo senso, collegabile all’erotismo e può esso stesso assumere un significato fortemente erotico.



EROTISMO E TRADIMENTO

La persona che ami forse ti tradisce. Ci sono tante piccole cose che te lo sussurrano… La sua distrazione, le sue disattenzioni, quel suo sguardo perduto lontano mentre racconti la tua giornata, le tue emozioni, confidi i tuoi progetti… Ci sono tante cose che te lo gridano… Durante il giorno e durante la notte quando ti avvicini per una carezza, un bacio più prolungato ecco quella strana, nuova, fredda sensazione di vuoto e distanza che ti raggela spegnendo il tuo desiderio o accendendolo più che mai lasciandolo però insoddisfatto… Il sospetto scava dentro di te minando sicurezza e autostima, il dubbio ti accompagna sempre più spesso e non si tratta soltanto di dubitare del suo amore per te ma di te in tutto e per tutto, della tua validità di persona, della tua capacità di piacere e guadagnarti l’approvazione, l’accettazione altrui.

Vorresti uscire dal dubbio ma hai paura. Che faresti di fronte alla certezza del tradimento?

Forse per la prima volta ti domandi cosa sia l’amore, perché nasca e perché finisca, perché quella persona in particolare abbia il potere di sconvolgere la tua vita, quella persona e non un’altra qualsiasi, magari più bella o più disponibile e di carattere più amabile.

La gelosia accende il tuo desiderio.

Quello che credevi un rapporto sessuale consolidato, incanalato verso un futuro senza nubi all’insegna di abitudini piacevoli anche se qualche volta noiose, ecco che quel rapporto si accende alla luce fosca di un’ombra sconosciuta, l’ombra di chi, forse, ti sta portando via il tuo amore. Alle liti furibonde, agli insulti gridati, alla violenza qualche volta non solo verbale ecco seguire un cercarsi insolito, diverso, che ti spiazza ma insieme ti eccita come mai prima.

Ti domandi cosa stia succedendo, ti domandi se esista un rapporto tra erotismo e gelosia, tra erotismo e tradimento…

Lucrezia



Lucrezia Scarlatti è psicologa e vive in un paese delle Langhe, in Piemonte. Presta la sua opera professionale presso vari centri sociali, particolarmente nella zona di Cuneo e provincia. Convive da nove anni con Davide Renzi, veterinario. Al matrimonio preferisce la convivenza che, dice, la fa sentire meno condizionata. Anche se subito dopo aggiunge con un sorriso che si tratta di un’illusione. Dedica il poco tempo libero alla cura dell’orto e, adesso, alla rubrica ‘Appunti sull’erotismo’ di BISTROT.

Pagina 1
( 1 )