. . .

Si scrive, di solito, da soli. Sono rari i sodalizi letterari che consentono lo scambio di idee, il confronto e la discussione stimolante e creativa. Che si scriva per hobby o per mestiere o per vocazione, l'atto dello scrivere viene consumato in solitudine e questo è, per alcuni, un prezzo che si paga malvolentieri.
Bistrot è una vetrina, al momento incompleta, dei lavori che ho pubblicato in tutti questi anni. Ma non è soltanto questo. E' mia intenzione fare di questo spazio anche, direi soprattutto, un punto di incontro tra persone che praticano la letteratura, non necessariamente la grande letteratura alla portata di pochi eletti, ma quella piccola e quotidiana alla portata dei molti che amano raccontare e raccontarsi.
Bistrot, in francese, significava originariamente osteria e in seguito per estensione ha assunto anche il significato di piccolo caffè. All'osteria, al caffè si va per consumare la colazione, per bere un bicchiere di vino ma, soprattutto, specie a Parigi dove esiste ancora il culto di certi piccoli locali intimi e fumosi, per stare insieme, per uscire dalla solitudine.
Molti artisti in genere e scrittori in particolare un tempo si rifugiavano nei bistrot per lavorare in mezzo alla vita e al caldo, visto che non avevano il denaro per riscaldare le case o le camere che abitavano. Ancora oggi alcuni lo fanno ancora… Ricordo di aver letto che Joanne K. Rowling, l'autrice della fortunata saga di Harry Potter, ha scritto in un caffè il suo primo libro per sfuggire al freddo dell'appartamento gelido.
Ecco, vorrei che Bistrot diventasse questo: l'osteria, il piccolo caffè dove ci si può incontrare tra conoscenti per scambiare quattro chiacchiere, fare amicizia se capita, discutere e confrontarsi, imparare a esprimere meglio quello che uno si porta dentro e che talvolta risulta aggrovigliato, confuso e contraddittorio. Ma non per questo meno ricco e interessante, anzi… E se si riesce a trarne lo spunto per una storia ecco che la soddisfazione può essere enorme.
Auguri a voi e a me. Auguri a Bistrot.

MariaGrazia Transunto